Il Torino si sta preparando per un campionato, le possibilità che la Juventus torni ad essere campione sono molto buone.

A nove gare dalla fine, il Torino si prepara per il terzo campionato consecutivo della Juventus. La squadra di Antonio Conte è in vantaggio di quattordici punti sull’inseguitore AS Roma, che sembra una corsa in fuga. La Juventus di successo è guidata da Andrea Pirlo e Gianluigi Buffon, due routine che portano la Vecchia Signora a livelli senza precedenti.

Questa potrebbe essere una stagione speciale per la Juventus.

Il campione nazionale in carica ha già guadagnato 75 punti, un numero con cui un campione nazionale italiano termina normalmente la stagione. Ma per la Juve ci sono ancora nove partite in programma. Se la squadra può ancora ottenere 25 punti su 30 nelle prossime settimane, questo significa un nuovo record in Serie A. Mai prima d’ora una squadra ha finito oltre il magico limite dei cento punti. E Antonio Conte vuole passare alla storia con quel disco. Soprattutto se questo può essere combinato con il trentesimo paese. Vuoi fare una scommessa su questa squadra? Allora usa una delle applicazioni di scommesse più conosciute in Italia

Esperienza

La forza di questa Juventus sta soprattutto nella sua routine. L’età media della selezione è di 29,4 anni, di gran lunga la squadra più anziana della serie A. E se in una frase si parla di esperienza e di Juventus, i nomi di Andrea Pirlo e Gianluigi Buffon non possono mancare. I due italiani sono estremamente importanti per questa Juventus, come è risultato in diverse gare di questa stagione.

La settimana scorsa era chiaro quanto fosse importante la coppia per la Juventus

Prima di tutto la difficile trasferta del Genoa. I Bianconeri sono stati messi sotto pressione, ma grazie ad un ottimo Buffon sono riusciti a tenere duro. Poco prima del tempo Andrea Pirlo si è occupato della vittoria per 0-1 anche con un fantastico calcio di punizione. Quattro giorni dopo la Juventus ha dovuto visitare la Fiorentina per assicurarsi un posto nei quarti di finale dell’Europa League. Ancora una volta è stato Pirlo a segnare l’unico gol della serata con un calcio di punizione.

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *