Back to top

Le isole

L’isola Grande-Terre

Grande-Terre, detta anche la Piccola Bretagna delle Antille, è l’altra ala della farfalla che compone l’Arcipelago. Al contrario della sua gemella Basse-Terre, questa è piatta e calcarea.

Grande-Terre è una pianura calcarea in gran parte adibita alla cultura della canna da zucchero. Una visita allo zuccherificio di Gardel o alla distilleria di Bellevue, entrambi con sede a Le Moule (antica capitale coloniale), permette di apprezzare appieno l’importanza di quest’attività agricola.
La costa, con le sue magnifiche spiagge di sabbia bianca, è un vero e proprio paradiso per gli amanti del dolce far niente e della tintarella. Non mancano nemmeno tranquille lagune dal mare turchese o spiagge dalle onde giganti, per la gioia di surfisti e velisti.
I numerosi ristoranti e hotel guidano alla scoperta dell’arte culinaria creola e la vita notturna trascorre dolcemente tra casinò, discoteche e spettacoli.
I siti naturali (la Pointe-des-Châteaux, le scogliere della Grande Vigie, i Grands Fonds…), Pointe-à-Pitre, la capitale economica con i suoi monumenti d’epoca, i musei, i mercati delle spezie, i fiori dai profumi inebrianti, il Paese della canna a Port-Louis e molto altro ancora: Grande-Terre offre ai visitatori una vasta scelta che saprà soddisfare anche i più esigenti.

Da non perdere
• La Basilica di San Pietro e Paolo e i musei Schœlcher e Saint John Perse a Pointe-à-Pitre
• I sorprendenti paesaggi della Pointe de la Grande Vigie e della Porte d’Enfer
• L’isolotto di Gosier e il suo percorso di randonnée subacquea
• Il lancio con il paracadute a Saint-François per chi vuole provare una bella scarica di adrenalina
• La Pointe des Châteaux e il golf internazionale di Saint-François
• La visita del «Paese della canna da zucchero» a Beauport
• La spiaggia di Sainte-Anne con i ristoranti tipici e il coloratissimo mercato
• Andare a spasso per uno dei tanti mercati dell’isola e fare shopping
• Ballare lo zouk e divertirsi come pazzi nei locali notturni o nei casinò fino all’alba

Da vedere: due tra le manifestazioni più pittoresche della regione: il concorso dei «buoi da tiro» e i combattimenti dei galli nei «Pitts» (tipi sensibili, astenersi...).

Da portare a casa: fiori , spezie stoffe madras, CD di gruppi mitici come Akiyo e Voukoum, e, per le prossime vacanze, prodotti a base di citronella, eccellente anti-zanzare naturale!